Che cos'è l'autofocus a rilevamento di fase Come funziona PDAF
Che cos'è l'autofocus a rilevamento di fase Come funziona PDAF

Messa a fuoco automatica a rilevamento di fase, Messa a fuoco automatica PD negli smartphone, Svantaggi del PDAF, Come funziona il PDAF (messa a fuoco automatica a rilevamento di fase), Cos'è il PDAF -

Le fotocamere sono essenzialmente costruite con sensori, un sistema di controllo e un motore. L'autofocus è entrato in gioco per risolvere il problema dell'immagine sfocata causato da misurazioni focali errate. La tecnologia di messa a fuoco automatica corregge l'immagine mal messa a fuoco essendo affidabile sui sensori per individuare la messa a fuoco corretta.

Molte invenzioni successive, l'autofocus è stato distinto in sensori AF (autofocus) attivi, passivi e ibridi. Phase Detective Autofocus (PDAF) è stato costruito sulla base di un sensore autofocus passivo.

A differenza dell'AF attivo che utilizza onde infrarosse o ultrasoniche per misurare la distanza del soggetto, l'autofocus passivo utilizza il rilevamento di fase, sensori di contrasto o entrambi. Tuttavia, pochi utilizzano la luce infrarossa quando non c'è abbastanza luce.

La maggior parte degli smartphone e delle fotocamere DSLR di oggi sono dotati di questa tecnologia e sono più o meno ritenuti la tecnologia più veloce in grado di misurare l'oggetto a fuoco.

Vediamo come funziona la tecnologia PDAF!

Come funziona il PDAF (Phase Detection Autofocus)?

Con l'evoluzione della tecnologia fotografica, le idee innovative sono infinite, il che a sua volta solleva dubbi nelle persone. Se dobbiamo capire in termini più semplici come funziona il PDAF, analizziamo la tecnologia DSLR.

  • Le telecamere sono dotate di due specchi e due microlenti.
  • Il primo specchio è lo specchio reflex principale e il secondo è il piccolo specchio secondario.
  • La luce catturata dal lato opposto delle due microlenti entra nello specchio principale, che viene poi riflessa sullo specchio secondario.
  • I sensori PDAF entrano in gioco dopo che la luce passa dallo specchio secondario.
  • La luce dello specchio secondario viene diretta al sensore PDAF, che la indirizza al gruppo di sensori.
  • Di solito vengono installati due sensori per un punto AF. Le immagini dei sensori vengono quindi valutate dalla fotocamera.
  • Se le immagini ottenute non sono identiche, i sensori PDAF istruiscono l'obiettivo della fotocamera a regolarsi di conseguenza.
  • Finché non viene configurato il focus corretto, questo processo viene ripetuto più volte.
  • Non appena viene raggiunta la messa a fuoco corretta, il sistema AF la riconosce e invia una conferma che l'oggetto inseguito è a fuoco.

I problemi di messa a fuoco automatica sorgono se la distanza tra l'attacco dell'obiettivo e il sensore della fotocamera e la distanza tra l'attacco dell'obiettivo e i sensori non sono identiche. Sebbene la spiegazione sia lunga, tutto ciò avviene in una frazione di secondo ed è quindi considerata la tecnologia più veloce.

PDFAF negli smartphone

Sebbene la tecnica PDAF sia ampiamente utilizzata nelle DSLR, diversi marchi di smartphone hanno utilizzato questa funzionalità nei propri smartphone.

Sono necessari circa 0.3 secondi per confrontare le immagini che passano attraverso l'obiettivo. Sfortunatamente gli smartphone non possono essere dotati di due sensori PDAF. Quindi viene fornito con qualcosa noto come 'Fotodiodi'.

I fotodiodi sono mascherati per consentire la luce da un solo lato dell'obiettivo fornendo allo smartphone due immagini da confrontare e mettere a fuoco. Se l'immagine ottenuta non è a fuoco, i sensori consentono a un obiettivo di apportare le modifiche necessarie.

Svantaggi di PDAF:

  • Il problema dell'allineamento del sensore è un grosso problema se i produttori non hanno installato il software PDAF poiché i sensori sono quindi le istruzioni della fotocamera per apportare le modifiche necessarie.
  • Problemi di scarsa illuminazione potrebbero non consentire ai sensori PDAF di mettere a fuoco correttamente l'immagine.
  • Richiede tempo nel tentativo di mettere a fuoco l'obiettivo utilizzando aperture ampie.

Nel complesso, PDAF funziona meravigliosamente bene mentre cerca di catturare il soggetto in movimento poiché è straordinariamente veloce. Permette di catturare ritratti e fotografie di still life in modo incredibile. Nel complesso, l'AF con rilevamento di fase è più veloce e più preciso del tradizionale AF a contrasto.

Con la fotografia da smartphone che diventa un nuovo hobby, molte persone scelgono telefoni dotati di sensori PDAF.